BIOMASSA
L’uso della biomassa come combustibile contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 nell’ambiente perché la CO, prodotta con la combustione è pari a quella che ha assorbito la pianta nel suo ciclo vitale. Il vantaggio ambientale ed economico è tanto più elevato quando la biomassa è “vicina” all’impianto di combustione, perché diminuiscono i costi e l’inquinamento legati al trasporto. Quello che prima era scarto oggi è una risorsa.
COMMERCIO BIOMASSA DI QUALITA' A PREZZI COMPETITIVI
PKS
 
 
Quale biomassa si può usare come combustibile?
Il FREE 200 può utilizzare come combustibile praticamente ogni tipo di biomassa vegetale, a patto che sia in una forma compatibile con mezzi automatici di trasporto quali coclee, nastri trasportatori, sistemi pneumatici o simili. Per poter accedere agli incentivi statali nella misura di 0,28 €/Kwh l’unico vincolo è che si tratti di biomassa vergine, ovvero non trattata. La natura della biomassa e le caratteristiche chimico fisiche (umidità residua potere, calorifico) determinano la tipologia del sistema di combustione ( sistema a coclea sottoalimentato o sistema a griglia mobile) e possono influenzare l’efficienza dell’impianto.
CIPPATO
Legno macinato e ridotto in scheggia max 2500Kcal/h
PELLET
Segatura di legno pressata max 4300Kcal/h
SANSA ESSICATA
Sansa di olive essicata max 4500Kcal/h
MAIS
Mais da coltivazione sgranato max 5500Kcal/h
 
PKS

Nocciolino di palma ( Palm Kernel Shell) max 6000Kcal/h